Giro d'Italia - Handbike 2018

Si chiama "Giro d'Italia HandBike" ed è la corsa a tappe dedicata agli atleti con disabilità motorie. Più di 110 iscritti per quest'ultima edizione 2018.

In Italia si pedala un altro Giro d’Italia, un’altra maglia rosa, un’altra schiera di campioni e appassionati in attesa della prossima gara. È il Giro d’Italia Handbike (GIHB) la cui prima edizione si è svolta nel 2010 grazie a un’idea di Andrea Leoni, già direttore della carovana pubblicitaria del Giro d’Italia professionisti.

Il Giro HandBike è un piccolo Giro d’Italia: con lo stesso agonismo ma senza la stessa frenesia di quello che i ciclisti professionisti affrontano ogni anno a maggio. Le emozioni però sono altrettanto intense per i concorrenti del Giro d’Italia HandBike. Si tratta di una corsa a tappe in cui a partecipare sono atleti con disabilità, per cui riescono a fare ciclismo pedalando con le mani.

Che cos'è l'HandBike?

Prendiamola larga….

Giro d'Italia HandBike, 2018 - Stephen FarflerEra il 12 Novembre del lontano 1633, quando nei pressi di Norimberga (Germania) nasceva Stephen Farfler che, crescendo, divenne un esperto orologiaio con la passione per le invenzioni. A causa di uno sfortunato incidente, a 22 anni rimase paralizzato agli arti inferiori.

Il suo desiderio di rimanere indipendente negli spostamenti, unito alla sua grande inventiva gli permise di ideare e creare nel 1655 il primo modello di carrozzina a propulsione manuale. Il dispositivo, più che essere accomunato ad una classica carrozzina per disabili, poteva rappresentare proprio il primo precursore di handbike.

In realtà, come molte delle invenzioni della storia, anche quella di Stephen non ebbe poi il successo che meritava. In quegli anni le cure mediche non erano certo evolute come ai nostri giorni e una disabilità come la paralisi degli arti inferiori non garantiva sicuramente una lunga aspettativa di vita.

I disabili erano quindi relegati nelle loro abitazioni e raramente nasceva l’esigenza di spostamenti nelle città e nelle abitazioni, costruite con “mille” barriere architettoniche, impossibili da superare.

Arrivando ai giorni nostri la HandBike (dall’inglese, tradotto letteralmente, “bici a mano”) si è molto evoluta, divenendo un mezzo a tre ruote azionato attraverso una coppia di manovelle e messo in moto dalla forza delle braccia. Ne esistono di diversi tipi, ma limitandoci a quelle da competizione possiamo dividerle in due gruppi: quelle che si guidano in posizione sdraiata e quelle che consentono una posizione seduta. La scelta dipende dalle caratteristiche della persona, dal tipo di disabilità e dalle abilità residue.

Giro d'Italia HandBike, 2018 - Abano Terme Montegrotto Terme

La HandBike come disciplina sportiva è nata di recente. La prima federazione europea venne fondata in Belgio nel 2001, mentre ai giochi olimpici comparve per la prima volta ad Atene 2004. In questa disciplina gli atleti gareggiano divisi per categorie, a seconda del tipo e del grado di disabilità.

Si potrebbe pensare che l'handbike sia uno sport per disabili, ma non è così, in realtà è uno sport per tutti.

La manifestazione è organizzata ogni anno dal Comitato Organizzatore del Giro d'Italia di HandBike, un’associazione sportiva dilettantistica creata ad hoc nel 2010. Il suo scopo è creare una serie di gare a livello nazionale, offrendo agli atleti la possibilità di concorrere ad una classifica finale che, come per il Giro d'Italia dei professionisti, darà loro la possibilità di indossare la maglia rosa.

A differenza del Giro d’Italia professionistico, che si corre in 3 settimane a Maggio, il GIHB si corre in tappe distanti da pochi giorni a mesi l’una dall’altra.
Qualunque gruppo sportivo o associazione sportiva che già organizza gare di HandBike può richiedere l’organizzazione di una tappa del Giro d’Italia: basta andare sul sito ufficiale e prendere contatto.

Obiettivi del Giro d’Italia di HandBike

  • Creare momenti di socializzazione dedicati all’insegnamento delle basi di questa disciplina sportiva con l’ausilio di atleti e di tecnici competenti, in modo che i futuri fruitori possano toccare con mano una realtà sportiva che può dare loro un incentivo ed un interesse diverso per affrontare e superare i problemi legati alla disabilità;
  • Migliorare, in generale, la qualità della vita del cittadino disabile promuovendone la piena integrazione nel tessuto sociale;
  • Aumentare la visibilità dell’iniziativa e le finalità presso istituzioni, media, opinione pubblica e naturalmente sportivi disabili.

Come entrare in contatto con il mondo della HandBike

La HandBike come dicevamo non è solo uno sport per disabili. Da quest’anno al GIHB è prevista anche una categoriaopen”, in cui possono gareggiare anche persone normodotate. Non è uno sport molto diffuso, né economico, ma è sicuramente in crescita.

Se anche voi siete interessati a fare un’esperienza diretta in questo mondo, potete cercare e contattare un’associazione sportiva che si occupi di questa disciplina nella vostra zona.

Giro d'Italia HandBike, 2018 - Mappa delle tappe

Le tappe del Giro d'Italia HandBike 2018

Andrea Leoni Patron del Giro, per il GIHB 2018, appena iniziato ha dichiarato:

“Ci avviciniamo sempre di più al 10° anno del Giro d’Italia di HandBike e in questa nona edizione abbiamo scelto molte località nuove e di lustro, su tutto il territorio nazionale, come sempre per offrire ai nostri atleti la migliore esperienza sportiva che da anni caratterizza la nostra Manifestazione, ma anche un motivo e un’occasione di poter visitare alcune tra le più belle località del nostro bel paese”.

Ecco tutte le tappe che gli atleti affronteranno:

  • 14 aprile - Abano terme Montegrotto Terme (PD)
  • 17 giugno - Cassino (FR)
  • 14 luglio - Prato (PD)
  • 22 luglio - Roccaraso (AQ)
  • 23 settembre - Castagneto Carducci (LI)
  • 6 ottobre - Chiavari (GE)
  • 14 ottobre - Torino (TO)

Non ci resta che avere pazienza, seguire con entusiasmo tutte le tappe del Giro ed attendere il 14 Ottobre 2018 per vedere chi vestirà, alla fine dell’ultima tappa, la maglia rosa (classifica generale), la maglia bianca (miglior giovane) e la maglia nera (ultimo corridore classificato).

Curiosità

Nel 2011 il Gruppo Domus, nell’ambito del “Trofeo Forze Nuove”, ha insignito il nostro C.O. con il Premio “Organizzazione Modello” per la prima edizione del Giro d’Italia di HandBike 2010.

Nel 2015, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, ha donato la “Medaglia di Rappresentanza del Presidente della Repubblica” al C.O. Giro d’Italia di HandBike in occasione delle 50 tappe organizzate dalla prima edizione. La Medaglia è stata consegnata dal Prefetto di Milano al Patron della manifestazione, Cav. Andrea Leoni.

Photo credit: Pagina ufficiale Facebook Giro d'Italia HandBike.