#MOLLALOSCIVOLO: campagna contro le barriere architettoniche

#MOLLALOSCIVOLO: campagna contro le barriere architettoniche

Il progetto di sensibilizzazione lanciato dal giovane studente fiorentino: come nasce

Andrea Mucci è il giovane studente fiorentino che ha avviato la campagna per l'abbattimento delle barriere architettoniche e contro i parcheggi selvaggi, al fine di rendere la propria città, e non solo, più accessibile. Il suo progetto, volto ad accrescere la sensibilità verso le barriere architettoniche, ha dato il via a una vera e propria azione virale.

La campagna di sensibilizzazione sulle barriere architettoniche nasce dal preciso bisogno, che il ragazzo disabile ha sentito sin da giovanissmo, di poter circolare autonomamente per le vie di Firenze, soprattutto nelle aree commerciali, e quindi dalla volontà di abbattere le barriere architettoniche e rendere accessibile la propria città.

L'installazione di pedane per disabili per l'accesso a qualsiasi tipo di edificio è una necessità che non appartiene solo a chi è affetto da disabilità, ma anche ad anziani, a coloro che portano bambini nel passeggino o che spingono merci con carrelli o...

Auguri di buone feste da UP ITALIA, pedane per disabili

Auguri di buone feste da UP Italia - Pedane per Disabili

Buon Natale e un sereno inizio 2019 da tutto il nostro Team!

Noi di UP Italia - Pedane per Disabili siamo contenti del grande lavoro svolto durante l'anno che sta per finire: questo significa, infatti, che molto è stato fatto per l'inclusione dei disabili e per l'abbattimento delle barriere architettoniche.

Il 2018 è stato costellato da numerosi progetti per l'inclusione che investono diversi campi della vita di tutti i giorni, da dibattiti e nuove narrazioni che hanno dato spazio alla tematica della disabilità, vedi nuovi film e serie TV mandate in onda che hanno riscosso un grandissimo successo, oltre alla partecipazione di una concorrente disabile a Miss Italia (leggi il nostro articolo Perché fa paura che Miss Italia possa essere disabile?) e, più di tutto, da fondamentali innovazioni tecnologiche nell'ambito delle disabilità...

I nuovi arti bionici dell’Istituto Italiano di Tecnologia di Genova

Istituto Italiano di Tecnologia progetta protesi del futuro

Natural Bionic: il progetto dell’Istituto Italiano di Tecnologia ha vinto un finanziamento da 10 milioni di euro per realizzare una nuova generazione di protesi

Ancora una volta l'Istituto Italiano di Tecnologia di Genova si è distinto per il costante lavoro di ricerca, in questo caso nel campo delle protesi artificiali, che ultimamente sta compiendo passi da gigante.

Oggi ci troviamo di fronte a mani artificiali che permettono di compiere svariati movimenti in completa autonomia. Questi dispositivi, infatti, hanno una controllabilità maggiore rispetto alle protesi di qualche decennio fa.

Nonostante alcune nuove protesi bioniche riescano a restituire informazioni sensoriali, è vitale continuare con la ricerca e le sperimentazioni per poter realizzare un arto bionico in grado di...

Pantaloni robotici: aiuteranno i disabili a camminare

Pantaloni robotici: aiuteranno i disabili a camminare

Un team di ricercatori dell’Università di Bristol ha sviluppato i primi pantaloni robotici per aiutare le persone con disabilità motorie a camminare di nuovo

Un gruppo di ricercatori dell’Università di Bristol nel Regno Unito, ha creato uno strumento che potrebbe fornire un’inaspettata soluzione ai problemi di mobilità delle persone con disabilità. Un sistema che può essere semplice come indossare un pantalone “intelligente”.

Al British Science Festival il professor Jonathan Rossiter ha mostrato i suoi “Right Trousers”, un paio di pantaloni dotati di muscoli artificiali. Il progetto, durato tre anni, punta alla realizzazione di un supporto per chi ha problemi di mobilità, disabili, anziani e pazienti in riabilitazione...

Un prototipo tutto italiano: sedia a rotelle sale le scale

La sedia a rotelle che sale le scale: un prototipo italiano!

Una sedia a rotelle che sale le scale e percorre terreni sterrati: il progetto fai-da-te di uno studente italiano delle superiori affetto da nanismo

Scale, ascensori fuori servizio, marciapiedi senza rampa, sentieri sterrati: ogni volta che me li trovavo davanti, mio padre doveva rimboccarsi le maniche, prendermi di peso e proseguire così.

È così che comincia il racconto di Davide Segalerba, appena diplomato in Meccanica-Meccatronica all’Istituto tecnico superiore Galileo Galilei di Genova e autore del progetto di una sedia a rotelle elettrica pronta a sfidare ogni tipo di barriera architettonica. Davide continua dicendo:

"Sono affetto da nanismo e sin da piccolo, ad anni alterni, mi sono dovuto sottoporre a interventi chirurgici che mi impedivano di camminare. In pratica ho trascorso undici anni sulla sedia a rotelle."...

Ergonomo dell'inclusione

Disabilità e lavoro: cosa fa un ergonomo dell’inclusione?

La figura dell'ergonomo dell'inclusione si occupa di utilizzare le nuove tecnologie per agevolare e assistere il lavoro delle persone disabili nelle aziende.

Quando un lavoratore può rimanere "escluso" dalla propria vita professionale, perdendo anche parte della propria identità e dignità personale? Una condizione di disabilità, permanente o temporanea, può di certo limitare le possibilità della persona di esprimersi pienamente in quanto tale ed in quanto lavoratore.

Siamo abituati a pensare che l'azienda per la quale una persona disabile lavora può al più attivarsi per trovarle una "nicchia" con richieste lavorative ben limitate...

Shopping e disabilità

Shopping e disabilità: quando fare spese deve essere accessibile

Sempre più aziende di abbigliamento cercano di facilitare gli acquisti online alle persone disabili attraverso screen reader per non-vedenti e nuove applicazioni

Fare shopping fa bene alla salute, lo dimostrano diversi studi che hanno valutato l’effetto che lo shopping ha sulle persone. Il mondo femminile è quello cui lo shopping dà maggiori soddisfazioni, ma anche gli uomini non sono da meno.

Quante donne, soprattutto coloro che lavorano e riescono ad essere economicamente indipendenti, non appena ritirato lo stipendio si fiondano entusiaste nel proprio negozio di abbigliamento preferito o anche al centro commerciale, per regalarsi una giornata tutta per sé all’insegna del relax e di nuovi acquisti?

Moltissime! Perché fare shopping è da sempre visto come un’attività antidepressiva, gratificante e rilassante...

Protesi Sensoriali: permetteranno di “sentire” il movimento!

Negli Stati Uniti un team di ricercatori è riuscito a stimolare i muscoli di chi ha perso un arto per consentirgli di controllare le protesi e sentire il movimento!

Il team di ricercatori della Cleveland Clinic, in Ohio, è riuscito a progettare e in seguito creare una protesi che permette al paziente di percepire il tatto attraverso una nuova tecnologia sensoriale.

Queste nuove protesi sensoriali sono progettate appositamente per far sì che il paziente possa percepire la sensazione di toccare un oggetto o una persona tramite vibrazioni mirate al sistema muscolare e nervoso, stimolando così la percezione tattile di chi ha una disabilità e, purtroppo, non ha più modo di percepire naturalmente le cose che lo circondano...

Gabriele, un giovane ragazzo tetraplegico conquista il mare!

Gabriele, un giovane ragazzo tetraplegico conquista il mare!

Il suo sogno di andare sott’acqua è diventato realtà: Gabriele Tavolaro, un tredicenne tarantino tetraplegico, è riuscito a conseguire il brevetto da sub!

I sogni spesso si avverano e la storia del giovane ragazzo disabile Gabriele Tavolaro è una di quelle che devono essere per forza raccontate. Gabriele Tavolaro è un ragazzino tarantino di 13 anni allegro e solare che, a causa di una mancanza respiratoria al momento della nascita, non può deambulare come i suoi coetanei perché è affetto dalla tetraplegia spastica.

Di certo la sua disabilità non gli ha mai impedito di vivere una vita come qualsiasi altro ragazzo della sua età...

Aerobility, un volo per tutti: diventare piloti pur avendo disabilità

Aerobility: diventare piloti pur avendo disabilità

L’associazione Aerobility, grazie ad innovativi comandi alternativi, permette ai disabili di pilotare un aereo e di conseguire il brevetto da pilota.

Abbattere le barriere del cielo: è questo che ha voluto fare l'associazione britannica Aerobility. L’autorità aeronautica in Europa, così come in vari altri paesi e continenti, permette come nel settore automobilistico la configurazione di controlli “alternativi” per agevolare persone con disabilità di vario tipo di pilotare un aereo...

Chiara Bordi: la prima concorrente disabile di Miss Italia

Perché fa paura che Miss Italia possa essere disabile?

"Ti votano solo perché sei storpia." Chiara Bordi, partecipante di Miss Italia, insultata per la protesi alla gamba, risponde a tono: le offese non hanno vinto!

Chiara Bordi è la prima ragazza con una protesi che prende parte a Miss Italia. Il suo obiettivo non era vincere, ma lanciare un messaggio importante.

Sto facendo tutto questo  per mostrare alle persone ottuse che una ragazza disabile senza un arto può gareggiare al pari di tutte, che la diversità non è vincolante, che la vita non si interrompe mai ed è sempre bella, anche quando sembra che ce l’abbia con te, che da un dramma si rinasce e si cresce più forti di prima, tutto sta nel saper reagire...

Pagina 1 di 4